pinitol-caromax pinitol

Proprietà

Formula:
Nome chimico:
Peso molecolare:
Numero CAS:
Aspetto:
Analisi:
Perdita all’essiccazione:
Gamma di fusione:
Solubilità in acqua:
Gusto:
Stabilità:
C7 H14 O6
d-pinitol (3-O-Methyl-d-chiro-inositol)
194
10284-63-6
da bianca a bianca
min. 98%
Massimo. 2%
179 – 185 ºC
soluble
solo leggermente dolce, senza distinti lato- o retrogusto
stabile in condizioni normali di lavorazione e conservazione di alimenti e integratori alimentari

Che cos’è d-pinitol?

d-pinitol è una sostanza naturale in diversi alberi e piante e offre molteplici potenziali benefici per la salute.
Sono una classe di composti che consistono di nove isomeri distinti. Gli inositoli assomigliano a sei anelli membri semplici zuccheri (cioè glucosio), ma non sono zuccheri ma alcoli ciclici di zucchero. Gli inositoli, come gli zuccheri semplici, fanno parte della normale dieta umana e dimostrano con prove, non tossici. Pinitol si differenzia da altri inositoli per contenere un gruppo di etere metilico. La ricerca ha dimostrato che il pinitolo ha una chiara bioattività che lo distingue dagli altri inositoli.

Occorrenza naturale

Pinitol si trova in alcuni legumi (ad esempio soia), diverse altre piante e frutta e nelle parti di pino. Chimicamente, è definito come un inositolo. La migliore fonte di pinitol sono le bucce dei baccelli di carob (Ceratonia siliqua L.). L’albero di carrube è resistente alle condizioni ambientali sfavorevoli e normalmente non richiede trattamenti speciali come l’agricoltura intensa o l’applicazione di pesticidi.

Attività fisiologica

Metabolismo
Nel corpo umano il pinitolo è in parte convertito in d-chiro-inositolo e in parte escreto invariato.

Metabolismo di Pinitol e glucosio e diabete
L’ormone insulina è una sostanza chiave per il controllo del metabolismo del glucosio (zucchero nel sangue) nel corpo. Bassi livelli di insulina si traducono nella malattia del diabete mellito. Un trattamento insufficiente del diabete può causare diversi tipi di gravi danni a lungo termine a diverse parti del corpo umano. Dal 1987 numerosi studi sugli animali e anche sugli esseri umani hanno dimostrato che il d-pinitol può esercitare un effetto simile all’insulina per migliorare il controllo glicemico. Essi suggeriscono che vi è una sinergia tra pinitol e insulina a concentrazioni sub-massime, ma questo non è evidente con il trasporto del glucosio. Sembra che non esista alcun ulteriore effetto del pinitolo quando sono presenti concentrazioni massime di insulina. Tuttavia, è improbabile che l’ipoglicemia deriverebbe dall’amministrazione del pinitolo. chiro-inositolo da cui pinitol è metabolizzato sembra essere la sostanza principale per gli effetti positivi, perché i diabetici di tipo 2 hanno una maggiore escrezione di questa sostanza. Rispetto alle persone sane, hanno livelli estremamente bassi di questa sostanza o sono completamente mancanti.  La sensibilità all’insulina negli esseri umani è inversamente correlata all’escrezione del chiro-inositolo. Alcuni studi indicano effetti positivi sui danni a lungo termine causati dal diabete come problemi agli occhi.

Ritenzione di Pinitol e creatina
Una maggiore ritenzione di creatina nei muscoli migliora le regolazioni nell’allenamento e aumentando la conversione del glucosio nella forma di conservazione, il glicogeno, anche la resistenza.  Ciò potrebbe essere ottenuto mediante l’assunzione simultanea di creatina e grandi quantità di glucosio (ad esempio più di 35 g) o glucosio e proteine (ca. 50 g ciascuno) come la secrezione di insulina risultante migliora l’assorbimento e ritenzione di creatina. Tale assunzione combinata porta a significativa, ma spesso indesiderato apporto calorico aggiuntivo.  Completamento pinitol a basse dosi (fino a 1 g al giorno) durante il carico della creatina o preferibilmente come pre-caricamento prima dell’assunzione di creatina sembra aumentare l’assorbimento e la ritenzione della creatina in modo simile. Dosi più elevate non sono così efficaci. Questo effetto insulino-simile può promuovere la costruzione di massa muscolare nel corpo. Tuttavia, non stimola la crescita di massa muscolare oltre i limiti naturali e non ha effetti anabolizzanti. Pertanto pinitol può svolgere un ruolo prezioso nella nutrizione sportiva.

Sicurezza

In diversi studi sulla mutagenità, il pinitolo non era mutageno anche ad alte concentrazioni.
La tossicità acuta del pinitolo è bassa. La somministrazione agli animali per 28 giorni non ha mostrato effetti negativi. Dosi singole di diversi grammi sono ben tollerati dagli esseri umani. Ingestione di pinitolo a lungo termine da parte di esseri umani provenienti da piante o alimenti diversi che contengono pinitol (come i semi di soia o pod carruba) non ha mostrato effetti negativi.  Nei paesi con un alto consumo di soia, dosi giornaliere di pinitol (250 – 300 mg al giorno) sembrano comuni. Né sono stati segnalati effetti negativi secondo uno studio con pinitols di più di 1 g per persona al giorno per diverse settimane. “Non sono stati segnalati effetti collaterali indesiderati come flatulenza, diarrea, dolore addominale, effetti allergici o ipersensibili. “Sulla base delle prove storiche si può ragionevolmente concludere che l’assunzione di una quantità ragionevole di pinitol è sicura.

Regolamentazione

Pinitol è consumato per i suoi effetti fisiologici e quindi generalmente classificato come un alimento e non come un additivo alimentare.

EU
Nell’UE il pinitol è stato consumato come parte della dieta normale dal consumo di carrubi e prodotti a base di soia per decenni, se non secoli. Solo il consumo di livelli ben eccetati l’assunzione da queste fonti può richiedere di verificare se l’uso specifico debba essere autorizzato.  Le indicazioni sulla salute devono essere approvate dall’UE ai sensi del regolamento 1924/2006/EC, in particolare dell’art. 13 e 14 anni.

USA
Negli Stati Uniti pinitol da pini è stato accettato come un nuovo ingrediente per gli integratori alimentari. L’uso del carruba pinitol richiede un approccio distintivo. Se la FDA dà il consenso, la stessa struttura e almeno lo stesso grado di purezza devono essere giudicati sulla base della stessa struttura e almeno dello stesso grado di purezza. Le affermazioni sulle funzioni pinitoli devono essere basate su prove scientifiche e relative alla seguente affermazione: “Questa affermazione non è stata valutata dalla Food and Drug Administration. Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire le malattie”. Qualsiasi affermazione che si riferisce al trattamento o alla cura di una malattia rende il prodotto un prodotto farmaceutico, che richiede l’autorizzazione del diritto farmaceutico.

Giappone
In Giappone, i pinitolprodotti sono qualificati da FOOD for Specified Health Uses (FOSHU) sono responsabili dell’approvazione a condizione che siano soddisfatti i requisiti generali: efficacia, sicurezza, ingredienti adeguati e un adeguato controllo di qualità

Il ruolo  di Euronutra

Euronutra è disposta ad aiutare i propri clienti ad acquisire le autorizzazioni necessarie per i loro prodotti.

                                                                                                                                                                                                                                  Soluzioni salutari di alta qualità richiedono sostenibilità

Gli ingredienti sostenibili sono l’unico modo che funziona per Euronutra. Per questo, la nostra azienda lavora a lungo termine con agenti locali e centri di ricerca sono sempre alla ricerca delle migliori materie prime migliorando l’impatto sulla raccolta, producendo cercando di migliorare la vita di tutti gli attori coinvolti nella cerchia del prodotto fino al consumatore finale. Carob viene raccolto in Spagna che cresce su alberi non irrigati senza l’uso di pesticidi o fertilizzanti. La ricerca delle migliori varietà, terre e persone ha richiesto decine di anni, ma ci offre una materia prima sostenibile, un fornitore e un pianeta migliore per le prossime generazioni. L’uso di tecnologie solubili in acqua e tecnologie delicate di prossima generazione                minimizza l’impatto che le attività industriali attualmente ha.